Bridge Panasonic

Benvenuti nella sezione di ABCamera dedicata alle fotocamere bridge Panasonic, all’interno della quale abbiamo concentrato tutte le risorse presenti sul nostro sito riguardanti le macchine fotografiche di questo tipo proposte dall’azienda.

Tutte le bridge Panasonic

Qui sotto troverete l’elenco di tutte le bridge Panasonic prodotte negli ultimi anni, con il rimando alla scheda dettagliata di ogni singola fotocamera. Più avanti, descriveremo invece la gamma di bridge Panasonic nel suo insieme e ne esamineremo la gerarchia, dalle macchine fotografiche più economiche a quelle di fascia alta.

Panasonic Lumix FZ82

(4/5)

Panasonic Lumix FZ300

(4/5)

Panasonic Lumix FZ1000 II

(4.5/5)

Panasonic Lumix FZ2000

(4.5/5)

Panasonic Lumix FZ1000

(4.5/5)

Bridge Panasonic: una serie fuori produzione

Il mercato della fotografia è molto cambiato negli ultimi anni e la quasi totalità dei produttori ha scelto di concentrarsi esclusivamente sulla produzione di mirrorless, abbandonando le categorie di fotocamere prettamente amatoriali, ormai poco attrattive rispetto agli smartphone.

fotografia di un uccello, il genere di soggetto ideale per le fotocamere bridge

Anche Panasonic, sebbene non abbiamo notizie di comunicati ufficiali, ha smesso ormai da tempo di sviluppare nuove bridge (e nuove compatte). Gli ultimi modelli presentati sono stati la Lumix FZ1000 II del 2019 e la Lumix FZ2000 del 2016.

Benché i modelli più recenti entrati in commercio siano ancora disponibili e continueranno realisticamente ad essere usati nei prossimi anni, il segmento delle bridge Panasonic è quindi da considerarsi obsoleto.

Un vero peccato considerando anche che, di fatto, nessuno smartphone riesca attualmente ad avvicinarsi alle prestazioni delle ultime bridge entrate in produzione, né alcuna mirrorless possa oggi offrire la stessa versatilità, se non associata ad una moltitudine di obiettivi.

Ad ogni modo, di seguito vi racconteremo come era organizzata la gamma di bridge Panasonic, quali linee di prodotti la componevano e quali peculiarità possedevano queste macchine fotografiche.


Qualità e Cura dei Dettagli

Fra le quattro aziende che negli ultimi anni si sono mostrate attive nella produzione di fotocamere bridge (le altre sono Canon, Nikon e Sony), Panasonic è sicuramente quella che ha proposto i modelli dal miglior rapporto qualità/prezzo.

Possiamo affermare senza tema di smentita che, a parità di prezzo, le bridge Panasonic sono in generale molto più curate rispetto ai modelli concorrenti.

Molti optional che altre aziende sono solite riservare ai modelli più avanzati, Panasonic li ha sempre messi a disposizione anche delle macchine fotografiche di fascia più bassa. Giusto per fare un esempio tutti i modelli proposti dispongono di un mirino elettronico e possono registrare video in 4K.


Nomenclatura delle bridge Panasonic

Qualsiasi macchina fotografica proposta dall’azienda (tanto le bridge quanto le compatte e le mirrorless) è commercializzata dal marchio Lumix, che figura nel nome completo del modello.

bridge panasonic lumix fz 1000

La nomenclatura dei prodotti può aiutarci a risalire alla collocazione di ogni specifico modello all’interno della gerarchia di bridge Panasonic.

La linea di prodotti che distingue le bridge superzoom è la “FZ“, spesso preceduta dalla sigla DMC (esempio: Panasonic Lumix DMC FZ300).

Il nome di ogni modello è poi composto da un numero a 2, 3 o 4 cifre. Più elevato è il numero, più la macchina fotografica in questione presenta caratteristiche avanzate (quindi, anche ad occhio possiamo dedurre che la FZ2000 sia più avanzata della FZ82).

Un’altra importante precisazione: le bridge Panasonic possono avere un nome diverso a seconda del Paese nel quale vengono commercializzate, il che potrebbe creare un po’ di confusione tra chi non conosce bene i prodotti dell’azienda.

Per questo motivo, la popolarissima DMC-FZ82 viene talvolta indicata come FZ80, mentre la DMC-FZ2000 è anche conosciuta, altrove, come FZ2500. Nelle schede dei singoli prodotti, abbiamo prestato attenzione a precisare sempre anche i nomi alternativi dei modelli, così da fugare ogni dubbio a riguardo.

Sulla base delle caratteristiche offerte, possiamo dividere le bridge Panasonic in due categorie: quelle di fascia economica e quelle di fascia alta.


Bridge Panasonic di fascia economica

Considerando l’ultima generazione di bridge Panasonic uscite sul mercato, i modelli più recenti a rientrare nella fascia economica sono stati la Lumix FZ82 (evoluzione della FZ70/FZ72) e la Lumix FZ300 (che ha sostituito la precedente FZ150/FZ200).

Benché di pari fascia e dal prezzo molto simile, le due fotocamere presentano sostanziali differenze anche nelle loro caratteristiche chiave.

La DMC-FZ82 (conosciuta anche come DMC-FZ80) è concepita per offrire una versatilità eccezionale. Il suo strabiliante zoom 60x copre focali comprese fra i 20 ed i 1200mm equivalenti, eccellendo quindi sia sul versante grandangolare che nelle riprese dalla lunga distanza.

Panasonic Lumix FZ82

Panasonic Lumix FZ82

  • Sensore ad alta sensibilità da 18 Megapixel
  • Zoom ultra grandangolare 20-1200 mm equivalenti per adeguarti ad ogni esigenza
  • Video 4K e modalità burst per foto ad alta velocità

La DMC-FZ300, dal canto suo, si presenta con un più sobrio zoom 24x (25-600mm equivalenti) ma lascia più spazio all’aspetto artistico delle foto. La sua peculiarità è infatti quella di avere un diaframma fisso su f/2,8 fino a 600mm equivalenti, caso unico fra le bridge.

Panasonic Lumix FZ300

Panasonic Lumix FZ300

  • Sensore MOS ad alta sensibilità da 12 Megapixel con filtro colori primari
  • Obiettivo Leica 25-600mm con apertura fissa f/2,8
  • Mirino OLED da 0,39 pollici e Monitor LCD da 3” completamente articolato

Per il resto, come già accennato, entrambe le fotocamere sono dotate di una lunga serie di optional tecnologici e funzionalità relativamente avanzate. Entrambi i modelli dispongono di un mirino elettronico, supportano le riprese in 4K, permettono di usare le modalità di scatto manuali (sia pure con qualche limitazione) e di salvare le immagini in formato RAW.


Bridge Panasonic di fascia alta

Fra le bridge Panasonic di fascia alta troviamo invece la Lumix FZ1000 Mark II e l’ammiraglia Lumix FZ2000, macchine fotografiche di grande valore, adatte anche a contesti avanzati.

bridge panasonic lumix fz 1000 ii

Entrambe queste fotocamere dispongono di un sensore dello standard da 1″, più ampio quindi di quello a disposizione delle bridge di fascia economica e delle compatte. Ciò garantisce di per sé una qualità d’immagine di gran lunga superiore a quella dei prodotti di natura più amatoriale.

L’escursione focale dello zoom è meno spinta rispetto a quella offerta dalle bridge più economiche (16x la FZ1000 II e 20x la FZ2000) ma è comunque sufficiente a coprire anche soggetti posti ad una distanza considerevole. Da segnalare la buona luminosità dell’obiettivo che presenta una massima apertura di diaframma di f/2,8 alle focali grandangolari.

Entrambe le fotocamere danno la possibilità di impiegare le modalità di scatto manuali senza i fastidiosi limiti spesso presenti sulle fotocamere ad obiettivo fisso. La FZ2000, in particolare, prevede una lunga serie di funzionalità che non hanno nulla da invidiare a quelle normalmente messe a disposizione delle mirrorless di fascia media.


Lascia un commento