Nikon D3500

La Nikon D3500 è una reflex amatoriale presentata nel 2018 come evoluzione della D3400, modello a suo tempo già molto apprezzato.

Questa macchina fotografica è concepita in particolare per i principianti alla propria prima esperienza con le fotocamere reflex.

Nikon D3500, la fotocamera reflex oggetto di questa recensione

Se dovessimo spiegare in poche parole quali sono i principali punti di forza della Nikon D3500, citeremmo innanzitutto tre delle sue qualità:

  1. È una reflex Piccola e Leggera
  2. È molto Facile da usare
  3. Offre Prestazioni Elevate rispetto ai modelli concorrenti

Nella nostra recensione della Nikon D3500 analizzeremo a fondo la fotocamera, illustrando nei dettagli i suoi pregi ma mettendone anche in luce gli aspetti meno convincenti. Per passare rapidamente da una sezione all’altra della recensione utilizzate l’indice dei contenuti qui sotto.

Nikon D3500: Scheda Tecnica

Osserviamo per prima cosa la scheda tecnica della Nikon D3500 e facciamo qualche considerazione sulle sue caratteristiche principali.

Sensore
  • 24 Megapixel
  • APS-C (1,5x)
Sensibilità ISO100 – 25.600
Display LCD
  • 3″
  • 921.000px
ConnettivitàBluetooth
VideoFull HD 1920×1080
Autofocus11 punti AF
Caratteristiche Fisiche
  • 124 x 97 x 69,5mm
  • 415g

Come tutte le reflex entry-level, la Nikon D3500 dispone di un sensore APS-C e come la maggior parte dei modelli nella stessa fascia di prezzo la risoluzione è di 24 megapixel. Questa risoluzione è sicuramente adeguata alle potenzialità del sensore integrato: spingendosi oltre, si farebbero più evidenti i piccoli difetti dell’immagine e peggiorerebbero le prestazioni della fotocamera alle alte sensibilità.

D’altro canto, 24 milioni di pixel sono più che sufficienti per qualsiasi impiego, incluse le stampe di grandi dimensioni, e consentono di eseguire ritagli senza compromettere troppo la definizione dell’immagine.

La nikon D3500

Molto interessanti sono anche le capacità di scatto in raffica della fotocamera. Poter scattare a 5 fotogrammi al secondo significa avere maggiori possibilità di centrare l’attimo giusto quando si riprendono foto sportive o, in generale, scene in rapida evoluzione. Da questo punto di vista, vogliamo sottolineare come la Nikon D3500 offra molto di più rispetto alle concorrenti di casa Canon, la EOS 2000D e la EOS 4000D, che si fermano a soli 3fps. Viene da sé che questo parametro può comunque passare in secondo piano se pensate di fotografare prevalentemente paesaggi ed altri soggetti statici.

Il range di sensibilità ISO va da 100 a 25.600 ed è quindi più ampio di uno stop rispetto ai modelli concorrenti citati poc’anzi. Questo significa che in condizioni di scarsa luminosità la fotocamera potrà tecnicamente scattare a tempi di posa più brevi. Ovviamente, ogni valutazione riguardante la gamma ISO deve tenere conto della qualità d’immagine risultante ai valori più alti, della quale parleremo più avanti.

Vogliamo segnalare anche l’eccellente durata della batteria, migliorata anche rispetto alla precedente Nikon D3400. Con una ricarca completa è possibile scattare fino a 1550 fotografie, il che rende superfluo il ricorso, in molti casi, ad una batteria di riserva.

Torna all’indice

Autofocus

Anche per quanto riguarda l’autofocus, tutto sommato, la Nikon D3500 si difende bene. Utilizzando il mirino, ci si affida ad 11 punti AF, dei quali solo quello centrale è di tipo a croce. Diciamola tutta: 11 punti AF sono un po’ pochi per gli standard attuali, ma è comunque il massimo offerto oggi dalle reflex di fascia più economica.

Se per voi è importante un autofocus sempre impeccabile non c’è altra scelta che optare per un modello di fascia superiore, come la Nikon D5600 o la EOS 80D. Detto ciò, le prestazioni della messa a fuoco automatica sono sicuramente soddisfacenti per un utilizzo amatoriale generico. Meno convincente è la reattività dell’AF quando si scatta in modalità Live View, dato che in questo caso si fa ricorso al più lento sistema a rilevamento di contrasto.

Torna all’indice

Display LCD

Il display della Nikon D3500 presenta una diagonale da 3″ ed una risoluzione di 921.000 punti, caratteristiche identiche a quelle della precedente D3400 ed in linea con la concorrente EOS 2000D.

In base alle vostre esigenze, potrebbe pesare l’assenza della funzionalità touch e, soprattutto, la possibilità di inclinare lo schermo, che è invece completamente fisso.

Torna all’indice

Connettività

Le funzionalità wireless sono sempre più ricercate anche sulle fotocamere reflex di fascia bassa e, da questo punto di vista, la Nikon D3500 non deluderà i fotografi più social.

nikon d3500

È infatti presente il supporto Snapbridge, che sfruttando la connessione Bluetooth permette di trasferire immediatamente gli scatti effettuati sul proprio smartphone. Potrete scegliere di copiare automaticamente ogni singolo scatto eseguito sulla memoria del telefonino oppure di selezionare manualmente quelli da trasferire.

Attraverso il telefonino è anche possibile comandare lo scatto a distanza. Una scelta obbligata, d’altronde, dato che la Nikon D3500 non può essere collegata ad alcun telecomando fisico.

Torna all’indice

Riprese Video

La Nikon D3500 permette di riprendere video nello standard Full HD 1080p. Da questo punto di vista non ci si discosta dagli altri modelli della stessa fascia di prezzo: un po’ tutti i produttori riservano il 4K ai soli modelli più costosi.

Purtroppo, la fotocamera non è dotata di un ingresso per il microfono esterno, il che limita fortemente le possibilità di ottenere riprese di alto livello. Inoltre, durante la registrazione dei filmati si dovrà fare i conti con un autofocus che, come visto prima, non è proprio eccellente.

La Nikon D3500 è insomma una reflex pensata per fare foto e non offre prestazioni particolarmente avanzate sul versante video (come d’altronde tutti gli attuali modelli entry-level). Se cercate una DSLR dalle caratteristiche simili ma più orientata alle riprese video, vi consigliamo di prendere in considerazione la Canon EOS 200D.

Torna all’indice

Comandi, Design, Ergonomia

Come evidenziato all’inizio della nostra recensione, la Nikon D3500 è una reflex particolarmente piccola e leggera. Per essere più precisi, si tratta della reflex più leggera attualmente sul mercato.

nikon d3500

Il peso complessivo della fotocamera si attesta su 415 grammi, incluse batterie e scheda di memoria (365 grammi il solo corpo macchina). Per quanto riguarda le dimensioni, benché il primato resti alla minuscola EOS 200D, la Nikon D3500 si mostra estremamente compatta: 124x97x69,5mm.

Peso e dimensioni rendono dunque agevole trasportare la fotocamera con sé in qualunque situazione e sono particolarmente apprezzabili se si tiene conto delle caratteristiche tecniche relativamente avanzate della reflex.

A dispetto di un ingombro minimo, la Nikon D3500 offre poi una buona ergonomia. L’impugnatura è stata rivista rispetto a quella del modello precedente ed è adesso ancora più profonda. Sorprende inoltre, considerando la fascia di prezzo, l’ottima qualità del rivestimento in gomma che ricopre i principali punti di appoggio delle dita.

Torna all’indice

Funzioni ed Utilizzo

Proseguiamo la nostra recensione della Nikon D3500 osservando le sue funzionalità e valutandone l’esperienza d’uso. Dato che questa fotocamera è rivolta sia ai principianti assoluti che a chi ha già acquisito un po’ di esperienza, valuteremo sia le sue funzioni automatiche che il suo utilizzo “avanzato”.

Modalità Automatiche

La Nikon D3500, come ogni reflex amatoriale, mette a disposizione una modalità di scatto automatica generica che tenta di adattarsi un po’ ad ogni situazione. Questa modalità, contraddistinta dalla scritta verde “AUTO” sulla ghiera, è adatta a chi non conosce ancora le basi della tecnica fotografica e preferisce affidare alla macchina la gestione dei parametri di scatto.

Nikon D3500 con obiettivo 18-55mm VR

Ad affiancare la modalità automatica generica, la fotocamera propone quattro “Scene“: Ritratto, Sport, Primo Piano e Ritratto Notturno. Selezionando una di esse, la macchina impiegherà parametri di scatto tali da adattarsi alla situazione specifica. Saranno ad esempio impiegati tempi rapidi per le foto sportive ed aperture di diaframma ampie per i ritratti (in modo da sfocare lo sfondo). Da segnalare che ogni scena è direttamente selezionabile dalla ghiera delle modalità di scatto, senza ulteriori passaggi all’interno dei menu.

La posizione EFFECTS della ghiera dà invece accesso ai filtri creativi, che possono essere applicati sia alle foto che (con alcuni limiti) ai filmati. Gli effetti speciali disponibili sono in tutto 10:

  • Visione Notturna
  • Super Vivace
  • Pop
  • Foto Disegno
  • Effetto “Toy Camera”
  • Effetto Miniatura
  • Selezione Colore
  • Silhouette
  • High Key
  • Low Key

La Nikon D3500 integra un’altra interessante funzionalità dedicata ai fotografi principianti: la Modalità Guida. Questa modalità non si limita a spiegare all’utente il funzionamento della macchina, ma illustra anche i principi di base della fotografia, con tanto di esempi pratici. Viene insomma spiegato come ottenere determinati effetti (uno sfondo sfocato, un’immagine più luminosa…) giocando coi parametri di scatto. Pensiamo che ciò costituisca un buon punto di partenza per chi è alla prime armi con la fotografia digitale.

Torna all’indice

Controlli Manuali

Attraverso le modalità manuali P-A-S-M, è possibile impostare a proprio piacimento tutti i parametri di scatto, così come avviene su ogni fotocamera avanzata. La gestione dei controlli manuali non differisce più di tanto rispetto agli altri modelli di fascia bassa: la Nikon D3500 dispone di una sola ghiera, che in combinazione con il pulsante AV+/- consente di variare sia i tempi che i diaframmi. Questo pulsante fisico è collocato vicino al pulsante di otturazione, ed è facilmente individuabile anche al tatto, senza necessità di staccare gli occhi dal mirino.

Nikon D3500

In modalità a priorità di diaframma (“A”) la ghiera permette di variare il valore di apertura, mentre per compensare l’esposizione si deve ruotare la ghiera mentre si tiene premuto il pulsante AV+/-.

Allo stesso modo, lavorando in priorità di tempi (“S”), ruotando la ghiera si cambia il tempo di esposizione, mentre per compensare l’esposizione bisogna ruotare la ghiera tenendo contemporaneamente premuto il tasto AV+/-.

In modalità completamente Manuale (“M”) si può cambiare il tempo di esposizione ruotando la ghiera e l’apertura di diaframma ruotandola mentre si tiene premuto il tasto AV+/-.

Un dettaglio (non di poco conto) che ci ha un po’ delusi, riguardo ai controlli manuali della Nikon D3500, è la gestione della sensibilità ISO. La procedura convenzionale per cambiare questo parametro, sulle reflex entry-level, prevede di accedere al menu della fotocamera, impostare il valore desiderato e dare l’OK. La Nikon D3500 non fa eccezione: per variare gli ISO si deve infatti premere il pulsante “i“, scegliere l’apposita voce, effettuare la regolazione e confermare.

La procedura è però piuttosto lunga e costringe ad allontanare gli occhi dal mirino, il che non si concilia affatto con la ripresa delle scene più fugaci. Infatti, in assenza di un pulsante dedicato, le reflex entry-level vengono quantomeno dotate di un pulsante personalizzabile, al quale si può assegnare proprio il controllo della sensibilità ISO.

Anche i modelli precedenti della stessa serie prevedevano un pulsante fn personalizzabile, sparito però dalla Nikon D3500. Una scelta sicuramente discutibile, che costringe ad avventurarsi nei menu per impostare un parametro fondamentale come gli ISO.

Torna all’indice

Qualità d’Immagine

La Nikon D3500 offre una qualità d’immagine eccellente, sia per quanto riguarda le foto che i filmati. Utilizzando la fotocamera in condizioni ottimali si apprezzerà un ottimo livello di dettaglio ed una perfetta fedeltà dei colori, anche osservando gli scatti al massimo ingrandimento.

Anche la resistenza agli alti ISO è eccezionale: alle sensibilità più basse, fino a 400 ISO circa, il rumore è praticamente assente. Solo intorno ai 1600 ISO la qualità d’immagine inizia a risentire della presenza del rumore digitale in maniera marcata. In ogni caso, i file restano perfettamente utilizzabili anche a 6.400 ISO. Le sensibilità più alte, 12.800 e 25.600 ISO sono consigliabili solo per le foto-ricordo o per quelle situazioni nelle quali la qualità d’immagine non è prioritaria per la riuscita dello scatto.

Torna all’indice

Nikon D3500: Opinioni

Come avrete intuito nel leggere la recensione, le nostre opinioni sulla Nikon D3500 sono ottime. La fotocamera può essere una scelta perfetta per tutti i principianti in cerca della propria prima reflex. La presenza della guida interna e delle modalità automatiche, unita al supporto Snapbridge e alle ridottissime dimensioni, concorrono a rendere il passaggio al sistema reflex meno “traumatico”.

Nikon D3500 (modello di questa recensione))

Rispetto ad altri modelli entry-level della fascia più economica, inoltre, la Nikon D3500 può vantare caratteristiche tecniche in generale più avanzate, un po’ sotto ogni punto di vista.Se da un lato questa DSLR è perfetta per i neofiti, quindi, non presenta nemmeno particolari limiti che possano deludere gli utenti un po’ più esperti. Questo significa che comprando questa fotocamera potrete utilizzarla per molto tempo prima di sentire l’esigenza di un modello di fascia più alta.

La Nikon D3500 è insomma una fotocamera che consigliamo praticamente a qualunque principiante senza troppe esitazioni. Se tuttavia cercate una reflex più economica (e dalle caratteristiche tecniche più limitate) potreste prendere in considerazione la coppia EOS 2000D / EOS 4000D. Se, al contrario, cercate una reflex ancora più avanzata, soprattutto per quel che riguarda autofocus e display, potreste valutare la più costosa Nikon D5600.

Torna all’indice

Pro e Contro

  • Compattezza
  • Qualità d’Immagine
  • Semplicità d’Uso
  • Bluetooth

  • Autofocus Migliorabile
  • Display Fisso

Opzioni d’Acquisto

Come tutte le reflex entry-level, anche la Nikon D3500 può essere acquistata in un kit che comprende uno o più obiettivi. Analizziamo insieme le opzioni più interessanti tra quelle disponibili.

Nikon D3500 + AF-P DX 18-55 VR

Il kit di base, nonché il più economico, è quello che comprende la Nikon D3500 e l’obiettivo standard 18-55mm f/3,5-5,6, il cui range di focali si adatta abbastanza bene alle situazioni più comuni.

Nikon D3500 con obiettivo 18-55mm VR

18mm, che corrispondono a 27mm equivalenti, determinano un angolo di campo sufficientemente ampio per la fotografia paesaggistica. La focale massima di 55mm (82 equivalenti) è invece perfetta per gli still life e soprattutto per i ritratti, anche se in questo caso si dovranno fare i conti con un diaframma piuttosto chiuso (f/5,6).

Dopo aver fatto un po’ di pratica con questo obiettivo (e con le fotocamere reflex in generale) sarete in grado di valutare se sia sufficiente per lo vostre esigenze o se sia il caso di abbinarvi anche un grandangolo più spinto, un’ottica più luminosa o un teleobiettivo.

Comprala Subito!

Nikon D3500 + AF-S DX 18-105 VR

Un kit che offre una maggiore versatilità è quello che include, oltre alla Nikon D3500, l’obiettivo 18-105mm f/3,5-5,6. Se la focale minima resta invariata, quella massima sale a 157mm equivalenti, il che permette di avvicinare (entro certi limiti) i soggetti distanti o di isolare i dettagli di un paesaggio.

Nikon D3500 con obiettivo 18-105mm VR

Usando lo zoom alla sua focale massima e mettendo a fuoco a breve distanza potrete inoltre ottenere uno sfondo maggiormente sfocato rispetto al 18-55 standard, il che è considerato un effetto piacevole nei ritratti.

Anche questo obiettivo è dotato di stabilizzatore d’immagine, il che torna utile quando si scatta in condizioni di scarsa luminosità.

Comprala Subito!

Nikon D3500 + AF-P DX 18–55 VR + AF-P DX 70–300 VR

Un’altra interessante opzione è il kit che comprende la Nikon D3500 e due obiettivi: il 18-55mm f/3,5-5,6 VR (del quale abbiamo parlato poc’anzi) ed il teleobiettivo 70-300 VR f/4,5-6,3. Questo zoom offre un’eccezionale versatilità per quanto riguarda l’utilizzo delle lunghe focali.

Nikon d3500 con obiettivo 18-55mm e 70-300mm VR

A 300mm (che diventano 450mm equivalenti) potrete riprendere soggetti posti anche ad una distanza molto elevata senza necessità di avvicinarvi (animali in libertà, atleti in gara, piccoli dettagli di un paesaggio…). Mettendo a fuoco alla distanza minima è possibile ottenere buone prestazioni “macro” ed una ridotta profondità di campo. Anche questo obiettivo dispone di stabilizzatore integrato, il che riduce il rischio di ottenere foto mosse.

Insomma, un kit perfetto per chi vuole sfruttare al massimo la sua nuova reflex senza spendere una fortuna.

Comprala Subito!

Torna all’indice

Condividi Questo Articolo!

4 commenti su “Nikon D3500”

  1. Salve.Tutto bene per questa reflex d3500,ma un paraluce per il suo 18-55 dove lo trovo per proteggere l obiettivo? Non c’è,non montano,non lo trovo.

Lascia un commento