Canon EOS 2000D: Recensione Completa

La Canon EOS 2000D è una reflex amatoriale annunciata ad inizio 2018 come evoluzione della 1300D, a suo tempo protagonista di un notevole successo commerciale. Come tutti i modelli entry-level, questa fotocamera va incontro alle esigenze di chi sta muovendo i suoi primi passi nel mondo della fotografia, strizzando però l’occhio anche agli utilizzatori più esperti. Vediamo nei dettagli cosa la macchina abbia da offrire attraverso la nostra recensione della Canon EOS 2000D.

canon eos 2000d recensione

 
 

Canon EOS 2000D: Scheda Tecnica e Caratteristiche Generali

La Canon EOS 2000D eredita gran parte delle caratteristiche tecniche e dei componenti interni del modello precedente: rimangono invariati (purtroppo) il processore di immagine DIGIC 4+ ed il display LCD, così come l’autofocus e la gamma ISO. Il passo in avanti più significativo, unica vera novità, riguarda invece la risoluzione del sensore, aumentata di un terzo.

Sensore Digitale

La Canon EOS 2000D presenta un sensore digitale CMOS da 24,1 Megapixel (contro i 18 della precedente EOS 1300D). Il sensore è di tipo APS-C e presenta dunque un fattore di moltiplicazione di 1,6x. La risoluzione di 24 megapixel sembra attualmente essere uno standard adottato da un po’ tutte le reflex di fascia medio-bassa. Pensiamo che si tratti di un ottimo compromesso fra la densità di pixel sul sensore e la possibilità di ingrandimento e ritaglio dell’immagine.

Sensibilità ISO

Il range della sensibilità ISO va da 100 a 6400 ed è ulteriormente espandibile fino ad ISO 12.800. Dalle opzioni avanzate della Canon EOS 2000D si può restringere la gamma ISO che la fotocamera utilizzerà in automatico, così da evitare il ricorso alle sensibilità più elevate. Quando invece si impostano gli ISO manualmente, è possibile selezionare solo gli stop “interi” (100, 200, 400…) mentre sono esclusi gli incrementi intermedi.

Autofocus

Canon EOS 2000D Opinioni

L’autofocus della Canon EOS 2000D può contare su soli 9 punti AF e di questi, soltanto quello centrale è di tipo a croce (più sensibile). Anche se, sulla carta, queste caratteristiche non sono certo impressionanti, la messa a fuoco automatica si comporta abbastanza bene nella maggior parte delle situazioni. Meno convincenti sono le prestazioni in modalità live view, dato che in questo caso si può sfruttare solo il più lento autofocus a rilevamento di contrasto.

Scatto in Raffica

Le capacità della Canon EOS 2000D di scattare in raffica, importanti per chi è interessato alla fotografia d’azione, si fermato alla velocità – non certo entusiasmante – di 3 fotogrammi al secondo per un massimo di 11 RAW. Non trascurabile quindi il gap con la concorrenza: la recente Nikon D3500, appartenente alla stessa fascia di prezzo, può vantare ad esempio una velocità di 5fps.

Mirino e Display LCD

La Canon EOS 2000D presenta un display LCD senza infamia e senza lode, con una diagonale di 3″ ed una risoluzione di 920.000 punti. Purtroppo, lo schermo è fisso, il che rende un po’ complicato scattare da posizioni scomode; inoltre non è presente la funzionalità touch. Comprensibilmente, Canon riserva questi optional alle reflex di fascia un po’ più alta (come la EOS 800D e la EOS 80D).

Il mirino a penta-specchio presenta un ingrandimento pari a 0,8x ed una copertura della scena del 95%, caratteristiche in linea con le altre reflex di questo segmento.

Ripresa Video

Per quanto riguarda le capacità video, la Canon EOS 2000D permette di riprendere filmati nel formato Full HD 1080p. Benché la qualità sia di per sé buona, sconsigliamo di utilizzare questa reflex a chi è prevalentemente interessato alle riprese video, dato che manca l’ingresso per il microfono esterno e che le prestazioni dell’autofocus durante la registrazione siano piuttosto limitate.

Connettività

Così come la sorella più economica (la 4000D) ed il modello precedente (la 1300D), anche la Canon EOS 2000D presenta un comparto Connettività piuttosto avanzato. La fotocamera integra infatti Wifi ed NFC, e può così essere collegata ad uno smartphone, ad un tablet oppure ad un computer.

Canon EOS 2000D Recensione

Oltre al trasferimento rapido di immagini e video, la connessione ai dispositivi mobili permette di controllare la fotocamera a distanza, utilizzando lo smartphone per comandare lo scatto e per cambiare la maggior parte delle impostazioni. Il display del telefonino può inoltre fungere da schermo live view esterno. La connessione tra dispositivi avviene, come di consueto, attraverso l’applicazione gratuita Canon Camera Connect.

Segnaliamo anche la possibilità di trasferire immagini ad un’altra fotocamera Canon oppure ad una stampante wireless, così da stampare le foto senza passare da un computer.

Torna all’indice

 

Canon EOS 2000D: Design, Ergonomia e Qualità Costruttiva

Seppure il suo aspetto sia un po’ “plasticoso”, una volta presa in mano la Canon EOS 2000D dà una buona sensazione di robustezza e solidità (quella che manca invece alla 4000D). Nonostante la relativa compattezza, la macchina garantisce inoltre un’ergonomia soddisfacente, grazie anche all’oculata disposizione dei comandi fisici ed all’impugnatura pronunciata. Questa, è rivestita da uno strato di gomma ruvida che ne migliora la presa, così come lo spazio occupato dal pollice sul retro della fotocamera.

Il corpo macchina misura 129×101,3 x77,6mm per un peso complessivo di 475 grammi, inclusa batteria e scheda di memoria. Dimensioni ragionevoli, che saranno certamente apprezzate da chi non è abituato all’ingombro di una reflex.

Disposizione dei comandi

Il layout dei comandi della Canon EOS 2000D non differisce da quello visto sulla 1300D e, ancora prima, sulla 1200D. Il lato sinistro è occupato interamente dal display LCD, mentre su quello opposto figurano tutti i tasti fisici.

display della canon eos 2000d

Il multi-selettore è composto da 4 tasti direzionali (utilizzati soprattutto per navigare nei menu) e da uno centrale, Set, il quale serve a confermare un’impostazione. Ai quattro tasti è inoltre assegnata la funzione supplementare di controllare un determinato parametro (come vedremo in seguito).

Sotto il multi-selettore, troviamo il pulsante Menu, che dà accesso alle impostazioni della fotocamera, ed il pulsante Play, che permette di rivedere gli scatti già acquisiti. Più in alto, sono presenti i pulsanti DISP (per visualizzare più o meno informazioni riguardanti lo scatto), AV+/- (per la compensazione dell’esposizione) e Q (che richiama un menu riepilogativo con i parametri di scatto in uso, permettendone la modifica).

A destra del mirino vi è il pulsante di attivazione del live view (impiegato anche per avviare ed interrompere le riprese video). Sul vertice superiore destro, infine, troviamo i pulsanti Zoom + e Zoom –, usati principalmente per ingrandire e rimpicciolire le immagini registrate. Il pulsante Zoom – permette inoltre di bloccare l’esposizione, mentre il pulsante Zoom + consente di scegliere uno specifico punto AF per la messa a fuoco automatica.

canon eos 2000d

Spostandoci sul lato superiore della Canon EOS 2000D, troviamo la ghiera delle modalità di scatto, posta proprio accanto all’interruttore di accensione ed al pulsante di attivazione del flash incorporato. In corrispondenza dell’impugnatura trovano posto la ghiera di comando ed il pulsante di scatto.

Gli ingressi USB, HDMI e per il cavo del telecomando si trovano sul lato sinistro della fotocamera, protetti da uno sportellino in gomma. Il vano contenente sia la batteria che la scheda SD è invece situato sulla parte inferiore della reflex.

Torna all’indice

 

Canon EOS 2000D: Funzioni ed Utilizzo

Proseguiamo la nostra recensione della Canon EOS 2000D osservando come si comporta la fotocamera una volta accesa.

Modalità semi-automatiche ed esperienza di scatto

Le quattro posizioni che rimandano alle modalità di scatto manuali P – Av – Tv – M sono situate ad uno dei due estremi dell’apposita ghiera. In modalità Av e Tv, ossia a priorità di apertura ed a priorità di tempi, si può variare il parametro principale (rispettivamente diaframma o tempo di posa) ruotando l’unica ghiera disponibile sulla Canon EOS 2000D. Per compensare l’esposizione si deve invece tenere premuto l’apposito tasto fisico (non a caso collocato vicino la naturale sede del pollice) e ruotare contemporaneamente la ghiera.

Canon eos 2000D

In modalità M (Manuale), si può controllare il tempo di posa ruotando semplicemente la ghiera, mentre per variare il diaframma si deve ruotare la ghiera tenendo premuto al contempo il pulsante di compensazione.

Come già accennato, ognuno dei 4 tasti del multi-selettore può essere utilizzato per richiamare e modificare uno specifico parametro: la sensibilità ISO (tasto Su), l’autofocus (tasto Destra), il bilanciamento del bianco (tasto Giù) e la modalità drive, ossia la scelta fra scatto singolo, scatto continuo o autoscatto (tasto Sinistra).

In alternativa, si possono modificare tutti i parametri di scatto attraverso il menu accessibile premendo il tasto Q. In entrambi i casi è però necessario consultare il display LCD, effettuare la variazione e poi confermare con il tasto Set. Per quanto riguarda la sensibilità ISO, queste operazioni potrebbero risultare inaccettabilmente scomode, dato che si ha spesso la necessità di regolare questo parametro rapidamente.

Per fortuna, attraverso le funzioni personalizzate (C.fn 10) si può assegnare il controllo della sensibilità ISO al tasto di attivazione del flash. Così facendo si possono variare gli ISO (ruotando la ghiera) senza staccare gli occhi dal mirino.

Modalità automatiche

Oltre alle modalità di scatto manuali, come tutte le reflex pensate per i principianti, la Canon EOS 2000D mette a disposizione una modalità completamente automatica e diverse modalità “Scena“, per le quali la fotocamera impiegherà parametri di scatto che di solito sono adatti ad una specifica situazione.

Le Scene disponibili sulla Canon EOS 2000D sono quelle classiche presenti un po’ su ogni fotocamera amatoriale:

ghiera delle modalità di scatto della Canon EOS 2000d

  • Ritratto
  • Paesaggio
  • Macro
  • Sport
  • Alimenti
  • Ritratti Notturni

Ognuna di queste scene è direttamente accessibile della ghiera delle modalità di scatto, che come conseguenza è piuttosto affollata (ben 14 posizioni complessive). Le posizioni della ghiera che non abbiamo finora menzionato sono quelle relative alla modalità automatica Senza Flash, alla modalità Filmato ed alla modalità “CA” (Scatto Creativo Automatico). Quest’ultima, davvero di dubbia utilità, consente di regolare attraverso il display il livello di sfocatura dello sfondo. La fotocamera provvederà poi ad impostare l’apertura di diaframma di conseguenza.

Filtri Creativi

A confermare la natura prevalentemente amatoriale della Canon EOS 2000D, vi è una funzionalità che permette di applicare dei “Filtri Creativi” alle foto già scattate:

  • Bianco e Nero (converte la foto in scala di grigi e simula la grana di una pellicola)
  • Effetto Flou (viene applicata una sorta di sfocatura selettiva che ricorda l’effetto Orton)
  • Effetto Fisheye (applica una deformazione simile a quella prodotta dagli obiettivi ultra-grandangolari)
  • Fotocamera Giocattolo (aggiunge una marcata vignettatura e cambia la tonalità dell’immagine)
  • Effetto Miniatura (simula una sorta di effetto Tilt-Shift)

Oltre che un po’ fuori luogo su una fotocamera reflex, questi effetti ci sembrano francamente un po’ inutili. Esistono infatti innumerevoli app per smartphone più complete e più versatili che permettono di applicare modifiche di questo genere alle foto.

Video Snapshot

Un’interessante funzionalità presente sulla Canon EOS 2000D (e su altri modelli entry-level della stessa casa) che merita una menzione è Video SnapShot. Questa modalità permette di registrare filmati di brevissima durata (2, 4 o 8 secondi). Questi video vengono poi salvati all’interno di un determinato album ed infine assemblati in un unico file, senza bisogno di alcun montaggio manuale. Pensiamo si tratti di una simpatica funzione che consente di raccogliere i momenti salienti di un viaggio o di un particolare evento in modo semplice ed immediato.

Torna all’indice

 

Canon EOS 2000D: Qualità d’Immagine

Canon EOS 2000d

Nel complesso, la qualità di immagine offerta dalla Canon EOS 2000D è più che soddisfacente, come ci si aspetta d’altronde da un moderno sensore APS-C. Delude però un po’ la resistenza alle alte sensibilità: se fino ad 800 ISO le foto appaiono pressoché prive di rumore digitale, a 1.600 ISO gli artefatti sono già piuttosto evidenti (seppure ancora accettabili). La qualità decade rapidamente una volta superata questa soglia: le sensibilità più elevate, 3.200 e 6.400 ISO, sono consigliabili solo in assenza di qualunque altra alternativa.

Questo aspetto può comunque essere rilevante solo per chi pensa di scattare spesso foto sportive o di usare la reflex a mano libera in ambienti scarsamente illuminati. Per la ripresa di soggetti statici (come paesaggi, still life) la qualità d’immagine risulta impeccabile.

Torna all’indice

 

Canon EOS 2000D: Opinioni

Le nostre opinioni sulla Canon EOS 2000D sono moderatamente positive. La fotocamera ha sicuramente tutte le carte in regola per dare molte soddisfazioni a chi decide di passare al sistema reflex: una buona qualità d’immagine, controlli manuali affiancati alle modalità automatiche e la possibilità di associare obiettivi di qualità dello sconfinato parco ottiche Canon.

Recensione della Canon EOS 2000dLa principale critica che muoviamo a Canon è quella di aver eccessivamente limitato gli aggiornamenti rispetto alla precedente 1300D: l’unica vera novità, come già detto all’inizio di questa recensione, è la risoluzione del sensore, portata a 24MP. Ciò che pesa maggiormente, invece, è un processore di immagine ormai datato, responsabile di uno scatto in raffica piuttosto lento e di una resistenza agli alti ISO poco entusiasmante.

Questi dettagli – seppure appassionino molto gli utenti dei forum di fotografia – sono probabilmente poco rilevanti per il target di principianti ai quali la Canon EOS 2000D è destinata. Se però pretendete il massimo per quanto riguarda scatto in raffica ed autofocus, vi consigliamo di prendere in considerazione anche la Nikon D3500 che, sia pure ad un prezzo un po’ più alto, eccelle in fatto di reattività.

Per il resto, siamo certi che la Canon EOS 2000D non deluderà i suoi possessori, ed anche in virtù di un prezzo molto contenuto, ci sentiamo di consigliarne l’acquisto a chiunque voglia fare il grande passo di iniziare ad usare una reflex.

Torna all’indice

Pro e Contro

  • Compattezza
  • Facilità d’uso
  • Qualità d’Immagine
  • Rapporto Qualità/Prezzo
  • Resistenza ad alti ISO non eccellente
  • Bassa Velocità di Raffica