Guida alle Fotocamere Canon

In questa pagina, vi forniremo una guida orientativa alle macchine fotografiche Canon.

Canon è da molti anni il maggior produttore mondiale di fotocamere, a pellicola prima e digitali oggi. I numerosissimi modelli proposti coprono tutte le principali tipologie di macchine fotografiche e qualunque possibile esigenza, dalle semplici foto ricordo alla fotografia puramente professionale.

Tutte le fotocamere Canon esistenti sono innanzitutto organizzate per categoria (compatte, reflex, bridge e mirrorless) ed ognuna di queste categorie è poi a sua volta suddivisa in varie linee di prodotti (per principianti, per appassionati, per professionisti…).

In base proprio alla categoria ed alla serie di appartenenza, i vari modelli assumono una determinata nomenclatura, non sempre di facile interpretazione. Di tanto in tanto, poi, alcune linee di prodotti vengono interrotte mentre altre si ramificano, in base alle tendenze di mercato.

Difficile, soprattutto per i meno esperti, orientarsi in un sistema così complesso e stabilire quale sia la miglior fotocamera Canon per le proprie esigenze.

Di seguito, cercando di fare un po’ di ordine, abbiamo dedicato una specifica sezione ad ognuna delle tipologie macchine esistenti, dalle compatte alle mirrorless. Per ognuna di queste categorie abbiamo spiegato quali linee di prodotti ne facciano parte ed a quali tipi di fotografi si rivolga ognuno di essi.

Fotocamere Compatte Canon

Il segmento delle compatte Canon è piuttosto vasto e racchiude al proprio interno modelli molto diversi tra loro, che spaziano dalle economiche fotocamere di base a quelle rivolte ai fotografi già esperti.

Di seguito analizzeremo questo settore per grandi linee, ma se preferite una trattazione più dettagliata, vi consigliamo di passare direttamente alla pagina dedicata nello specifico alle compatte Canon.

In particolare, possiamo suddividere le macchine fotografiche Canon compatte in 3 sotto-categorie:

  1. Compatte economiche
  2. Superzoom
  3. Compatte professionali

Le compatte più economiche si limitano ad offrire funzioni di base, ma per molti aspetti rappresentano comunque strumenti più avanzati rispetto alla maggior parte degli smartphone.

opinioni Canon ixus 185
IXUS 185: la compatta Canon più economica

Sono adatte, in generale, a chi non ha bisogno di una qualità eccezionale, né desidera gestire la fotocamera in manuale (questi modelli sono infatti pensati per lavorare in automatico).

A seconda del modello specifico possono essere previsti più o meno optional e caratteristiche di livello diverso. Alcuni parametri che variano in base al modello sono la potenza dello zoom, la presenza o meno del Wifi, le prestazioni nelle riprese video e, ovviamente, il prezzo.

Al momento esistono tre fotocamere Canon che possiamo collocare nella categoria delle “inquadra e scatta”: la IXUS 185, la IXUS 190 e la IXUS 285 HS.

« Per un confronto fra questi modelli e per saperne di più su questo segmento, visitate la sezione dedicata alle compatte Canon economiche all’interno della guida dettagliata. »

Le compatte superzoom sono quelle che – lo si può facilmente intuire dal nome – offrono uno zoom dalla portata particolarmente spinta: nel caso specifico di Canon, l’escursione focale è compresa fra i 25x ed i 40x, in base al modello.

Più in generale, comunque, queste macchine fotografiche presentano caratteristiche superiori rispetto alle inquadra e scatta descritte poc’anzi, un po’ sotto ogni aspetto (filmati, connettività, funzioni integrate…).

Si tratta di modelli pensati per un utilizzo prettamente amatoriale, ma sicuramente più ampio, grazie soprattutto alle infinite possibilità offerte dal loro straordinario zoom. In virtù dell’ottimo rapporto tra compattezza e versatilità, le superzoom vengono considerate delle ottime fotocamere da viaggio.

Al momento, le macchine fotografiche Canon che rientrano in questa categoria sono soltanto 2: la Powershot 620 HS (più economica) e la PowerShot 740 HS (più avanzata).

« Abbiamo parlato più a lungo di questi modelli nella sezione dedicata alle compatte Canon superzoom, all’interno della guida dettagliata. »

Infine, le compatte professionali sono prodotti molto più completi, destinati perlopiù ai fotografi già abbastanza esperti. Tra i loro punti di forza, in generale, segnaliamo un sensore più grande, che a parità di risoluzione permette di ottenere una migliore qualità d’immagine.

Le fotocamere Canon appartenenti a questa categoria sono normalmente dotate di diversi optional, come il Wifi, lo stabilizzatore d’immagine e, in alcuni casi, anche il mirino elettronico. Di livello superiore è anche la qualità ottica dell’obiettivo e sono previste le modalità di scatto manuali, dettaglio non trascurabile per gli appassionati più esperti.

I modelli attualmente in produzione in questo segmento sono in tutto 4, e dovrebbero essere in verità considerati come appartenenti ad altrettante diverse linee di prodotti:

  1. PowerShot G9 X Mark II
  2. PowerShot G7 Mark III
  3. PowerShot G5 X Mark II
  4. PowerShot G1 X Mark III

Ognuna di queste macchine fotografiche si pone su un piano diverso per quanto riguarda sia le prestazioni, in generale, che il prezzo.

Soprattutto per quanto riguarda i modelli più costosi, sconsigliamo comunque l’acquisto ai principianti assoluti, semplicemente perché le attuali reflex e mirrorless entry-level (delle quali parleremo dopo) risultano di fatto più economiche ed hanno potenzialità superiori.

« Per saperne di più, leggete la sezione dedicata alle compatte Canon professionali all’interno della guida dettagliata. »

Torna all’indice ↑

Fotocamere Bridge Canon

Le bridge sono quelle fotocamere che, sul piano delle prestazioni, si collocano a metà strada fra le compatte e le reflex (più vicino alle prime, in verità, che non alle seconde). Vediamo quali macchine fotografiche Canon proponga, all’interno di questa categoria, facendo una breve analisi di questo segmento.

Se invece cercate una descrizione più approfondita ed un confronto fra tutti i modelli, consultate la nostra guida completa alle bridge Canon.

Le fotocamere Canon di tipo bridge sono poche, se paragonate alla quantità di reflex e di compatte proposte. Al momento esistono complessivamente 5 modelli, che possono essere suddivisi in tre diverse fasce di prezzo:

  1. Fascia economica
  2. Fascia media
  3. Fascia alta

Per quanto riguarda le bridge Canon economiche, sono attualmente presenti sul mercato due diversi modelli, la PowerShot SX430 IS e la Powershot SX540 HS. Benché di fascia bassa, entrambe queste macchine presentano un chip Wifi integrato ed uno zoom molto potente: rispettivamente 45x e 50x.

Se desiderate un prodotto più spinto, potete invece orientarvi sulla Powershot SX70, ossia l’unico modello attualmente in produzione tra le bridge Canon di fascia media. Oltre a possedere uno zoom potentissimo, questa macchina fotografica si distingue per la presenza di un mirino elettronico, il supporto del formato RAW e la possibilità di usare le modalità di scatto manuali.

Anche tra le fotocamere bridge professionali, Canon propone attualmente un solo modello: la Powershot G3x. In questo caso, la potenza dello zoom è relativamente contenuta (25x) ma la qualità d’immagine offerta è di gran lunga superiore, grazie all’adozione di un sensore di dimensioni fisiche maggiori (da 1″). Anche le altre caratteristiche della macchina sono di tutto rispetto, a cominciare dall’ottimo display LCD.

Torna all’indice ↑

Fotocamere Reflex Canon

Tra le macchine fotografiche Canon, il segmento delle reflex è oggi quello più ampio, ed annovera al proprio interno una vastissima gamma di prodotti.

Proprio la grande quantità di modelli esistenti renderebbe complicato dilungarsi troppo su ognuno di essi in questa semplice guida orientativa. Ci limiteremo quindi ad illustrare la gerarchia di fotocamere Canon di questo tipo spiegando quali linee di prodotti ne facciano parte.

Per tutti i dettagli su questa categoria e la descrizione approfondita dei vari modelli, vi rimandiamo invece alla nostra guida completa alle reflex Canon.

Come tutte le tipologie di fotocamere Canon, anche le reflex sono organizzate in molteplici serie di prodotti, ognuna delle quali è pensata per fotografi dal diverso livello di esperienza. Anche se l’appartenenza di alcuni specifici modelli ad una fascia piuttosto che ad un’altra non è sempre definita in modo chiaro, possiamo considerare innanzitutto questi 4 segmenti:

    1. Entry-level
    2. Amatoriali
    3. Semiprofessionali
    4. Full Frame

Le prime due categorie, entry-level ed amatoriali, sono quelle destinate ai fotografi principianti e sono quindi adatte anche a chi è alla sua prima esperienza con una fotocamera ad obiettivo intercambiabile.

In particolare, le entry-level sono macchine con funzioni di base, che vengono proposte ad un prezzo molto accessibile (inferiore paradossalmente alle compatte premium viste poc’anzi).

Benché si risparmi su qualsiasi optional più avanzato e, spesso, anche sulla qualità costruttiva, questi prodotti presentano in generale caratteristiche più che dignitose. Sia per quanto riguarda la qualità d’immagine che la versatilità, questi modelli possono essere posti sullo stesso piano delle fotocamere Canon di fascia appena più alta.

Per quanto riguarda l’utilizzo pratico, sono previste sia le modalità di scatto manuali che quelle automatiche, così da adeguarsi alle esigenze di chi non è ancora molto esperto.

Le reflex Canon entry-level sono quelle il cui nome contiene un numero a 4 cifre: i modelli attualmente in produzione sono la EOS 2000D e la EOS 4000D.

Anche le fotocamere Canon della fascia immediatamente superiore, quelle che abbiamo definito reflex amatoriali, sono tutto sommato destinate allo stesso target. Questi modelli presentano però una migliore qualità costruttiva, qualche optional aggiuntivo (come il display orientabile) e prestazioni di livello superiore in alcuni specifici ambiti (ad esempio un autofocus più performante).

Le macchine fotografiche di questo tipo sono adatte sia a chi proviene direttamente da compatte e smartphone ma vuole partire con uno strumento già completo, sia a chi ha già fatto un po’ di esperienza con le reflex di fascia più bassa.

Le fotocamere Canon che rientrano in questo segmento hanno un nome composto da un numero a 3 cifre: i modelli attualmente in produzione sono la EOS 800D e la EOS 250D. Come abbiamo spiegato nella guida dettagliata (vedi link sotto), queste due reflex appartengono a due linee separate, ma presentano comunque caratteristiche molto simili.

Le fotocamere Canon che rientrano nella categoria delle reflex semi-professionali sono invece quelle il cui nome contiene un numero a 2 cifre. Il modello attualmente in produzione è la EOS 80D, che verrà a breve sostituita dalla nuova EOS 90D.

le nostre opinioni sulla Canon EOS 80DQueste macchine fotografiche si rivolgono ai fotografi già esperti, che dopo aver fatto pratica coi modelli amatoriali desiderano uno strumento più avanzato. Non è raro, comunque, che vengano anche utilizzate dai professionisti come secondo corpo.

Le differenze rispetto alle reflex di fascia più bassa riguardano diversi aspetti, fra i quali la qualità costruttiva, il numero di comandi fisici sul corpo macchina e la possibilità di gestire in modo più preciso alcune impostazioni avanzate. Il sensore rimane invece quello di tipo APS-C e gli obiettivi compatibili, anche in questo caso, sono quelli con attacco EF ed EF-S.

Oltre alla EOS 80D/90D, esistono altri modelli ancora reperibili in commercio, ma appartenenti a linee di prodotti sospese, che potrebbero essere inserite in questa categoria. Anche di questo abbiamo parlato in modo approfondito nella guida dettagliata (link sotto).

Il settore delle reflex Canon Full Frame è composto a sua volta da diverse linee di prodotti, dedicato ognuno ad utilizzi differenti.

Si parte dalla linea EOS 6D che, sebbene dotata di sensore full frame, non è considerata una fotocamera professionale a tutti gli effetti. Si tratta di un modello relativamente economico che, sensore a parte, propone caratteristiche simili a quelle delle semi-professionali viste poc’anzi.

Quella delle 5D è invece una linea di macchine fotografiche professionali vere e proprie. Benché rispetto alle “ammiraglie” le caratteristiche tecniche siano in generale lievemente inferiori, i modelli presenti in questa serie sono oggi considerati le migliori fotocamere Canon per la fotografia paesaggistica.

Al vertice della piramide delle fotocamere Canon troviamo infine la serie 1DX, la più avanzata in assoluto. Le macchine presenti in questa linea (il modello più recente è la 1D X Mark II) sono riservate ai professionisti della fotografia ed offrono prestazioni eccezionali in qualsiasi ambito, con particolare riferimento alla fotografia sportiva e d’azione.

Potete trovare maggiori informazioni su tutti questi modelli e sulle linee delle quali fanno parte, seguendo i link qui sotto.

Torna all’indice ↑

Fotocamere Mirrorless Canon

Il settore delle macchine fotografiche Canon di tipo mirrorless è quello di più recente introduzione. Il primo modello prodotto dall’azienda fu la EOS M, nel 2012, alla quale sono seguiti numerosi altri modelli amatoriali.

Nel 2018 è stata poi inaugurata la serie di mirrorless full frame EOS R, che con tutta probabilità includerà nell’immediato futuro i nuovi modelli top di gamma del produttore giapponese.

Anche in questo caso, se preferite una guida più approfondita, con confronto dettagliato fra i vari modelli, vi rimangiamo alla pagina dedicata nello specifico alle mirrorless Canon.

Ad oggi, quindi, le varie fotocamere Canon di tipo mirrorless si suddividono all’interno dei sistemi EOS M ed EOS R. Il nome di questi sistemi deriva proprio dal primo modello che ne ha fatto parte.

Il sistema EOS M è quello che comprende le macchine fotografiche amatoriali, dotate di sensore APS-C. Se siete alle prime armi con la fotografia, è qui che troverete le migliori fotocamere Canon per le vostre esigenze. Ad ogni modo, il sistema EOS M si suddivide a sua volta in 3 diverse linee di prodotti, all’interno delle quali troviamo fotocamere con prestazioni di diverso livello.

La Canon EOS m100 una delle mirrorless più economicheLa linea di prodotti più economica è quella il cui nome contiene un numero a 3 cifre: il modello più recente è la EOS M100. Questa fotocamera offre funzioni di base ed è evidentemente pensata per un utilizzo prevalentemente automatico, ma presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Salendo nella gerarchia, troviamo la fascia media di mirrorless Canon. Le fotocamere che ne fanno parte hanno un nome che contiene un numero a 2 cifre ed il modello più recente è la EOS M50. Questa fotocamera offre prestazioni superiori sotto un po’ qualsiasi aspetto e può essere usata con soddisfazione sia dai principianti assoluti che da chi ha già un po’ di esperienza.

Infine, la fascia alta delle mirrorless Canon APS-C è quella dei modelli ad 1 cifra: attualmente, quelli in produzione sono la EOS M5 e la EOS M6. Le caratteristiche di queste fotocamere sono tra loro molto simili (e di alto livello): la maggiore differenza è la presenza o meno del mirino elettronico.

« Per saperne di più, leggete la sezione dedicata alle mirrorless Canon amatoriali all’interno della guida dettagliata, nella quale trovate anche un confronto completo fra i modelli qui menzionati. »

Il nuovo sistema di fotocamere Canon EOS R è invece quello dedicato alle mirrorless con sensore full frame. Al momento, esistono soltanto 2 modelli che rientrano in questa linea: EOS R (il primo modello, che dà il nome all’intero sistema) e la EOS RP. Come già accennato, si attendono comunque importanti novità, a riguardo, nell’immediato futuro.

Benché queste fotocamere non siano considerate strettamente professionali, si rivolgono indubbiamente a fotografi già piuttosto esperti. Gli obiettivi compatibili sono ancora pochi, trattandosi di un sistema molto recente, ma Canon sta sviluppando diverse nuove ottiche, che saranno immesse sul mercato nei prossimi mesi ed anni.

Nel frattempo, è possibile associare a queste nuove fotocamere tutti gli innumerevoli obiettivi EF ed EF-S (quelli per il sistema reflex) mediante un apposito adattatore.

« Per maggiori informazioni su questo argomento e su questi due modelli in particolare vi rimandiamo alla sezione dedicata alle mirrorless Canon full frame, all’interno della guida dettagliata. »

Torna all’indice ↑

Condividi Questo Articolo!