Il Bilanciamento del Bianco in Fotografia

Il Bilanciamento del Bianco è uno degli aspetti da tenere maggiormente in considerazione per ottenere una fotografia efficace. Bilanciare il Bianco (o “Bilanciare i Colori“) significa far sì che tutte le tonalità della scena vengano fedelmente riprodotte nella foto.

Un bilanciamento del bianco sbagliato o impreciso porta invece ad uno scatto con tonalità “sballate”.

esempio bilanciamento del bianco

 

Cos’è il Bilanciamento del Bianco?

Qualsiasi sorgente luminosa è caratterizzata da una determinata Temperatura Colore, ossia emana una luce di una determinata tonalità. La Temperatura Colore si misura in Gradi Kelvin, secondo lo schema che potete vedere qui sotto.

schema temperatura colore per bilanciamento del bianco

Per fare alcuni esempi, il Sole a mezzogiorno, in una giornata senza nuvole, ha una Temperatura Colore di circa 5000K (luce bianca), mentre in caso di cielo nuvoloso, la luce che filtra attraverso le nuvole sarà un po’ più fredda, tendente all’azzurro, con una Temperatura Colore di circa 10000 Kelvin.

Al contrario, durante il tramonto, la luce del Sole appare più calda, con una Temperatura Colore che si aggira intorno ai 2500-3000 Kelvin, una tonalità simile a quella delle comuni lampadine che abbiamo in casa.

Il colore di una fonte luminosa condiziona anche quello di tutti gli oggetti da essa illuminati, che saranno influenzati dalla stessa tonalità. Un comune fazzoletto bianco, assumerà una tonalità calda se illuminato da una lampada ad incandescenza, mentre assumerà una tonalità lievemente azzurra se osservato all’ombra in uno spazio aperto.

Se nella vita di tutti i giorni non facciamo caso a questo particolare (ed il fazzoletto ci appare semplicemente bianco a prescindere dall’illuminazione), è perché il nostro cervello si adatta continuamente alle caratteristiche dell’illuminazione presente nell’ambiente circostante.

In fotografia, il discorso cambia. Per far sì che le scene riprese riportino tonalità naturali, è necessario effettuare una calibrazione dei colori, così da annullare l’effetto della sorgente luminosa che illumina i soggetti.

Questa calibrazione è detta appunto Bilanciamento dei colori oppure Bilanciamento del Bianco, poiché stabilendo un’area della foto che deve apparire bianca si può individuare l’eventuale dominante cromatica che interessa lo scatto e regolare di conseguenza i colori dell’intera foto.

 

Bilanciamento del Bianco automatico e Manuale

Qualsiasi fotocamera digitale è in grado di effettuare in maniera automatica il Bilanciamento dei colori. Tuttavia viene data al fotografo la possibilità di intervenire manualmente, scegliendo in fase di scatto il profilo che meglio si adatta alla scena.

La necessità di intervenire manualmente sul Bilanciamento del Bianco, nasce dal fatto che spesso le regolazioni automatiche della fotocamera risultano tutt’altro che precise.

Inoltre, si preferisce talvolta sottolineare le tonalità indotte da una sorgente luminosa anziché annullarle: scattando al tramonto, ad esempio, i paesaggi assumono una piacevole tonalità calda, che tecnicamente un Bilanciamento del Bianco corretto eliminerebbe!

Prima di continuare, precisiamo che scegliendo di registrare lo scatto in formato RAW, opzione consigliata qualora la vostra fotocamera lo consentisse, potrete intervenire sul bilanciamento dei colori in post-produzione senza minimamente alterare la qualità della foto. Se utilizzate questo formato, lasciate pure bilanciare i colori automaticamente alla vostra fotocamera scegliendo l’impostazione AWB (Automatic White Balance).

Nel caso di file salvati in formato JPEG, sarà comunque possibile effettuare alcune correzioni dei colori in post-produzione, ma la qualità del file verrebbe irrimediabilmente compromessa. In questo caso, consigliamo quindi di prestare attenzione a scegliere il profilo più adatto già in fase di scatto.

 

Quale Bilanciamento del Bianco scegliere?

I profili di Bilanciamento del Bianco disponibili variano a seconda della fotocamera digitale utilizzata. Di solito, il nome assegnato a questi profili suggerisce il genere di situazioni nelle quali essi si rivelano adeguati.

A titolo di esempio, nella foto che segue vediamo i profili disponibili su una fotocamera compatta di fascia bassa. La scena fotografata era illuminata da una luce fredda.

Esempi di Bilanciamento del Bianco

In ogni caso, vi consiglio di tenere a mente il processo che avviene nel momento in cui scegliete uno dei preset messi a disposizione dalla fotocamera, ossia il fatto che i colori della foto vireranno verso una tonalità più calda o più fredda.

Avere chiaro questo concetto può aiutarci infatti nel dare sfogo alla nostra creatività. Già prima ho riportato il caso “paradossale” delle foto scattate al tramonto, ma adesso voglio fare un altro paio di esempi.

Scegliendo il Bilanciamento del Bianco nuvoloso, la fotocamera applicherà una dominante leggermente calda per compensare le tonalità azzurre tipiche delle giornate nuvolose. Questo processo avverrà comunque in qualsiasi caso, a prescindere dalle effettive condizioni di illuminazione presenti. Pertanto potrete usare questa impostazione ogni qualvolta intendiate rendere lievemente più caldi i colori della foto, che in molti casi sono ritenuti più piacevoli.

Al contrario, se davvero ci trovassimo all’aperto in una giornata nuvolosa, non necessariamente dovremmo correggere le tonalità fredde utilizzando il Bilanciamento del Bianco “nuvoloso”.

Potremmo invece ritenere che queste tonalità rendano la scena più interessante, più suggestiva, più drammatica. Potremmo quindi preservare queste tonalità utilizzando il profilo Luce Diurna o addirittura accentuarle scegliendo un preset che spinga le tonalità su colori ancora più freddi, come Fluorescente.

Esempio bilanciamento del bianco con tonalità fredde

In questo caso ho scelto di preservare le tonalità fredde presenti nella scena anziché correggerle.

Cambiare bilanciamento bianco photoshop

Questa è invece l’interfaccia di Adobe Camera Raw: dal menù evidenziato è possibile scegliere un profilo di bilanciamento del bianco, mentre attraverso le due barre soprastanti si possono operare variazioni più precise. Effettuare queste operazioni su un file RAW, come detto, non altera la qualità d’immagine.

 

Con il Bilanciamento del Bianco chiudiamo la sezione del Corso di Fotografia dedicata alla tecnica fotografica. Nella prossima pagina inizieremo a occuparci della Composizione Fotografica.